Manutenzione campi da calcio in erba sintetica

Manutenzione campi da calcio in erba sintetica: 5 Step per una cura ottimale

Un prerequisito fondamentale per la pratica sportiva sui campi da calcio in erba sintetica è la condizione ottimale del terreno di gioco.

Tuttavia, i moderni campi in erba sintetica sono sistemi complessi che differiscono notevolmente dai campi di 30 anni fa.

Ci sono, dunque, diversi aspetti che devono essere considerati in ottica di una corretta manutenzione dei campi da calcio in erba sintetica, affinché quest’ultimi possano garantire elevate prestazioni per ogni match.

Ma cosa danneggia i campi in erba sintetica?

In generale, i campi in erba sintetica sono utilizzati più volte al giorno, 365 giorni l’anno. Giocatori, allenatori e giardinieri sanno che gli allenamenti sono particolarmente impegnativi per il terreno di gioco.

Tuttavia, l’erba sintetica non deve resistere solamente alle regolari e ripetute sessioni di allenamento. Pioggia, neve, radiazioni UV, polvere, foglie e altri fattori ambientali agevolano l’usura del terreno. Ciò rende ancora più importanti i controlli regolari, seguiti da una corretta pulizia e manutenzione dei campi da calcio in erba sintetica, cosiddetta manutenzione verde.

Con investimenti tempestivi, le società sportive e/o i committenti pubblici e privati possono beneficiare di campi in erba sintetica in condizioni ottimali.

5 Step per la cura ottimale dei campi da calcio in erba sintetica

La cura ottimale dei campi da calcio in erba sintetica si sostanzia nei seguenti step:

1. Monitoraggio accurato e continuo dell’erba sintetica

Controllare regolarmente il tappeto erboso nei giorni e nelle settimane che precedono le partite è la miglior strategia per assicurarsi che il campo sia in buone condizioni.

Tra queste attività rientrano:

  • Rimozione di foglie, carta e vegetazione

Oggetti estranei come foglie, carta, sigarette e simili, che cadono sul campo di gioco, devono essere rimosse tempestivamente. Quest’attività può essere svolta piuttosto rapidamente con un soffiatore di foglie, lavorando dal centro verso l’esterno. In alternativa, è utile anche una spazzatrice appositamente adattata per il manto erboso sintetico.

  • Rimozione di oggetti appuntiti

I detriti più pericolosi per l’erba artificiale sono oggetti appuntiti come pietre, vetri rotti ed elementi metallici. Questi devono essere rimossi immediatamente, in quanto possono danneggiare gravemente il manto erboso e chi lo frequenta.

  • Riempimento di granuli e sabbia

Infine, risulta necessario controllare il riempimento di granuli e sabbia, soprattutto nelle zone di carico, come nell’area di porta e sul dischetto di rigore. L’esecuzione di questi controlli permette il rispetto delle normative vigenti, nell’ambito dei campi in erba sintetica, riducendo drasticamente il rischio di incidenti e/o infortuni.

2. Riparazione rapida ed esperta dell’erba sintetica

I danni generati ai campi da calcio in erba artificiale possono avere origine diversa. Questi infatti possono essere il risultato di atti di vandalismo e influenze ambientali oltre che dovuti allo stress del terreno.

Per poter giocare di nuovo in sicurezza, le cuciture devono essere riparate con l’ausilio di un team specializzato, il quale provvederà al rispristino delle condizioni ottimali del tappeto sintetico.

3. La giusta cura dei filamenti dell’erba sintetica

L’elemento chiave dei manti erbosi sintetici sono i suoi filamenti d’erba, i quali possiedono una finitura dritta o testurizzata, a seconda della loro area di applicazione.

La condizione di questi filamenti influenza la pratica sportiva, in particolare il rotolamento della palla, nonché le forze di trazione e rotazione, per non parlare dell’aspetto visivo dell’erba artificiale.

In generale, i giardinieri dovrebbero spazzolare i fili d’erba ogni una o due settimane, ad ogni modo, l’intervallo di tempo dipende anche dall’impianto sintetico installato.

Inoltre, gli strati di sabbia e granuli di gomma nel tempo diventano più densi e devono essere più volte allentati. Per garantire che tali operazioni risultino economiche ed efficienti, sono state sviluppate attrezzature di manutenzione appropriate.

4.Utilizzo di attrezzature adeguate alla manutenzione del manto sintetico

Per una corretta manutenzione dei campi da calcio è necessario dotarsi di attrezzature adatte al trattamento dei tappeti erbosi sintetici, come spazzole, spazzole a traino e soffiatori di foglie.

Tuttavia non basta dotarsi di quest’ultime, infatti è l’utilizzo delle stessa a fare la differenza. Ad esempio, quando si utilizzano le spazzole, è necessario prestare particolare attenzione al loro esatto posizionamento e senso di marcia. Se le setole sono troppo lontane dalla superficie, non tutti i filamenti d’erba possono essere catturati.

In questo frangente i granuli di gomma risultano solo parzialmente spazzolati e non ben distribuiti.

Oltre alla pulizia regolare del tappeto erboso artificiale, vale dunque la pena che le società sportive e i gestori degli impianti sportivi investano nella manutenzione annuale da parte di un’azienda specializzata.

5. Manutenzione dell’erba sintetica da parte di un’azienda specializzata

Come illustrato precedentemente, la manutenzione verde dei campi da calcio in erba sintetica è un’attività piuttosto complessa che necessita di esperti del settore.

Al fine di scongiurare problematiche che possono compromettere la struttura o la salute degli atleti, risulta necessario affidarsi ad aziende specializzate, come la Geis Management Group. Il nostro team altamente specializzato offre servizi di manutenzione verde in grado di garantire e/o ripristinare le condizioni ottimali dei tuoi manti erbosi.

In Conclusione

Le aziende dovrebbero preoccuparsi regolarmente delle attività di manutenzione dei propri campi in erba sintetica, assicurandosi che questi si presentino sempre in condizioni ottimali. Altrimenti urge affidarsi ad aziende specializzate nel settore della manutenzione affinché i campi da calcio in erba sintetica siano sempre al top della forma, proprio come gli atleti che li calpestano.