Virtual Replacement Technology

Virtual Replacement Technology (VRT) e OTT: Il Futuro delle Sponsorizzazioni negli Stadi

Ormai da alcuni anni le Federazioni Sportive nazionali ed internazionali hanno introdotto un sistema di promozione virtuale negli stadi, al fine di rivolgersi a diversi pubblici di trasmissione in tutto il mondo. Questa tecnologia non ha permesso solamente di colpire consumatori specifici in ogni parte del globo ma, ha permesso anche un notevole aumento degli spazi pubblicitari disponibili.

Di cosa stiamo parlando? Della Virtual Replacement Technology

Virtual Replacement Technology (VRT)

La VRT Virtual Replacement Technology viene introdotta per la prima volta nel 2018 in occasione dell’amichevole pre-Mondiale tra Inghilterra e Costa Rica, disputata allo stadio Elland Road di Leeds.

Questa tecnologia nasce allo scopo di consentire alle emittenti di sovrapporre ai pannelli pubblicitari fisici, sul terreno di gioco, contenuti virtuali differenti in base alla posizione geografica.

Attraverso l’uso della Virtual Replacement Technology, la pubblicità vista sui pannelli perimetrali a LED è completamente diversa nei territori target, rispetto ai messaggi promozionali mostrati agli spettatori presenti fisicamente nell’impianto.

Qui vi presentiamo un video che spiega meglio l’applicazione della VRT:

La soluzione Virtual LED, installata a Elland Road nel 2018 è stata il prodotto di una partnership tra la sostituzione della pubblicità virtuale di Supponor e le tecnologie digiBOARD di ADI. Un evento che ha  aperto la strada alla sponsorizzazione virtuale negli stadi e che ora si sta diffondendo ulteriormente nei mercati sportivi. 

VRT e gli Eventi Sportivi On-demand

Il crescente numero di abbonamenti ai servizi OTT (Over-The-Top) come Netflix ed Amazon ha portato le stesse piattaforme ad avvicinarsi al mercato dello sport, riscontrando in quest’ultimo diverse opportunità di guadagno.

In questo contesto, l’avvento del VRT può rappresentare un enorme opportunità sia per gli inserzionisti che per le aziende che offrono lo streaming dell’evento

Dal punto di vista delle piattaforme OTT, la Virtual Replacement Technology può aumentare il numero di spazi pubblicitari in vendita, differenziando il prezzo in base alla posizione geografica interessata, il ché può avere un notevole effetto sui ricavi. 

Dal lato invece degli inserzionisti vi è la possibilità di risparmiare nei costi di sponsorizzazione, non investendo più nella sponsorizzazione dei pannelli fisici, ma solamente in quella virtuale, andando a colpire solamente il target di proprio interesse.

D’altronde lo stesso Tom Gracey, Senior Broadcast Manager della FA (Football Association), ha dichiarato: “Il potenziale della VRT è notevole. I display a LED perimetrali sono diventati una piattaforma fondamentale per attivare le partnership nello sport e la capacità di cambiare quel messaggio, per renderlo rilevante per i diversi fan di tutto il mondo, è estremamente interessante per noi e per i nostri partner.”

La Sperimentazione della FIGC: La VRT Arriva anche in Italia?

Nell’ambito della Virtual Replacement Technology, di recente anche la FIGC ha presentato la prima esperienza di pubblicità virtuale in una gara degli Azzurri, in particolare nella sfida di Svizzera-Italia dello scorso settembre 2021, qui l’articolo.

È così stata garantita la visibilità sul territorio italiano dei partner commerciali FIGC attraverso una grafica virtuale sovraimposta, in tempo reale, sui LED posizionati a bordocampo, all’interno del segnale televisivo. 

Un altro segnale che il futuro della sponsorizzazione negli stadi ha un nome preciso, Realtà Virtuale.

Foto: www.sportsvideo.org

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi le news, gli aggiornamenti e tanti contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta ogni mese!

Inviando il modulo acconsenti al trattamento dei dati personali. Privacy Policy